The devil’s hour

E’ difficile inquadrare questa nuova serie di Prime Video in un genere specifico. Fino all’ultima puntata si muove su diversi piani, dal thriller all’horror, dalla fantascienza al non-si-capisce-una-mazza, ma tutto è impacchettato così bene da non stancare né aver voglia di interrompere la visione. Su diversi piani, temporali e forse paranormali, si muove anche la storia, con protagonista un’assistente sociale che si sveglia ogni notte alle 3:33 in preda agli incubi e che durante il giorno ha frequenti e inspiegabili déjà-vu di vite che non sono la sua. E no, non è in Matrix. Intorno a lei e agli omicidi in cui si troverà coinvolta, si intrecciano le visioni del figlio, un bambino privo di emozioni che parla con persone immaginarie, le attenzioni dell’ex compagno stronzo con cui fa sesso e che non accetta di essere padre di loro figlio, la curiosità di un detective che non regge la vista del sangue e le rivelazioni di un inquietante personaggio che per fare del bene uccide un sacco di gente un po’ come dio e che, soprattutto, esattamente come dio, possiede le risposte. Le fornirà alla fine e, tanto per cambiare, oltre a chiarire i dubbi ne creerà di nuovi probabilmente da affrontare in una seconda stagione. Che purtroppo merita di essere vista.

Se vuoi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: