Allo sbando

Non scrivo mai di politica e non lo farò nemmeno stavolta perché queste poche righe non riguardano la politica ma il marciume che abbiamo al governo, che poi è espressione di un popolo (se così si può chiamare) alla deriva, dove l’ignoranza, la presunzione e l’opportunismo regnano sovrani.
Non sono un fan dei governi tecnici o di larghe intese e non lo ero di quello caduto ieri a cui però oggettivamente va dato atto di aver intrapreso un percorso chiaro in un periodo storico particolarmente difficile per l’Italia, l’Europa, il mondo e quella parte di universo fotografata dal telescopio Webb. Intendiamoci, l’umanità ha avuto momenti peggiori e anche l’Italia. Il governo tuttavia non penso stesse lavorando male, perlomeno stava lavorando e questo, senza entrare nel dettaglio, era tangibile anche all’estero. Almeno una strada era tracciata, in contrasto con l’immobilismo degli ultimi anni. C’era competenza, soprattutto sull’economia, attorno al gruppo di buffoni che ogni giorno ci propinano le solite cazzate. Adesso, di nuovo, siamo allo sbando. Con le elezioni, innanzitutto spero che spariscano quegli pseudo-partiti inutili, movimenti vari e rappresentanti del due per cento e spicci di non so cosa. Poi, a scapito di provarlo sulla mia pelle, sono curioso di vedere cosa faranno i fenomeni che con ignoranza, presunzione e opportunismo regneranno sovrani. La risposta è: niente. Ma aspetto che ce lo dimostrino loro.

27 risposte a "Allo sbando"

Add yours

        1. Questa è un’altra cosa. Possono preparare la legge di bilancio e lasciarla a chi governerà, per l’approvazione. Ma non è detto che lo facciano e comunque non parlavo di questo. Il governo sapeva benissimo che l’anno prossimo si sarebbe andato a votare, aveva un piano (piaccia o no) abbastanza chiaro e posizioni definite in Italia e all’estero. Non lo difendo, a me per esempio il disinteresse dimostrato per le minoranze ha dato parecchio da pensare ma lavorava. Adesso, cioè dopo le elezioni, si tornerà all’immobilismo perlomeno sugli interventi più divisivi, per non perdere consensi e poltrone. Inoltre, abbiamo soldoni da ricevere dall’Europa che non verranno gestiti dal governo che fino a ieri aveva programmato come usarli. È un pensiero mio, vedremo.

          "Mi piace"

        1. Ma noi nei facciamo parte, siamo (ancora) in democrazia e abbiamo il voto per scegliere chi rappresentarci. Possibile che non sappiamo fare di meglio? Sì, perché noi come loro guardiamo al nostro orticello e non al bene comune.

          "Mi piace"

  1. “spero che spariscano quegli pseudo-partiti inutili”
    Faranno una stupida “coalizione di centro” in modo da superare lo sbarramento del 5% e ce li troveremo nuovamente in mezzo agli zebedei.

    "Mi piace"

      1. Falliranno, come nelle scorse occasioni.
        Salvini non ci ha pensato 2 volte a mollare la Meloni per ben 2 volte, alleandosi con chiunque pur di avere un posto al sole e togliersi Giorgia di torno..
        Salvini “teme” la Meloni.

        "Mi piace"

Se vuoi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: