Commenti

5 risposte a “Su Marte”

  1. Avatar Kikkakonekka

    Sembra presa da un film di quelli “catastrofici”.

    Piace a 1 persona

    1. Avatar Topper Harley

      Uno scenario post-apocalittico, l’ho pensato anche io. Il cielo mi ricordava Marte (o almeno quello che ci fanno vedere di Marte)…

      Piace a 1 persona

  2. Avatar lapoetessarossa

    Il velivolo era precipitato sulla collina da almeno 7000 anni. Ne rimaneva lo scheletro, o poco più. Ciò che restava di una lega metallica non biodegradabile. Tutta Marte era disseminata di relitti della Guerra Planetaria. Soprattutto la zona in cui si trovava, ai confini della regione Tharsis.

    AS 1323 era una vecchia sonda di ricognizione, dotata di intelligenza artificiale e di memoria autorinnovabile. Era in grado di autoripararsi, progettare e realizzare nuovi componenti in caso di distruzione totale di quelli che la componevano. Era solida, agile e svolgeva con metodo i compiti per i quali era stata progettata. Nel corso delle sue esplorazioni aveva acquisito una gran mole di dati. Li processava e periodicamente uploadava i risultati nelle Rete dei Tardigradi.

    Dalla stessa rete scaricava il necessario per proseguire la missione.

    Con le conoscenze che possedeva e, inizialmente, solo al fine di poter raccogliere ed elaborare maggiori informazioni aveva costruito un clone, o meglio, una gemella, dotata di una propria intelligenza e di un carattere spiccatamente proattivo, ai limiti della precognizione. L’aveva denominata AS 13-23.

    AS 1323 e AS 13-23 procedevano autonomamente nelle loro ricerche, si scambiavano impressioni attraverso i Tardigradi e una volta all’anno si incontravano proprio qui. Il giorno del compleanno di AS 13-23.

    Grazie ai libri che avevano letto, si dovrebbero trovare altre parole, perché non avevamo mai effettivamente letto alcun libro, avevano appreso che il giorno di una nascita si festeggia e ci sono vari modi per farlo. Le due sonde avevano trovato il loro. AS 13-23 era nata, per così dire, vicino al relitto, dal quale era stato prelevato un sottile filamento di rame che ne aveva permesso la messa in funzione.

    Non si erano mai scambiate alcun regalo. Per quel che avevano compreso, era un concetto che non poteva appartenere ad una macchina, per quanto intelligente. Lo avevano semplicemente archiviato, come quello della torta con le candeline.

    Ma AS 13-23 era speciale e questa volta lo dimostrò. Nel corso dell’anno era riuscita a trovare innumerevoli fili di rame e li aveva conservati. Brillavano di quella luce rossastra che era la cifra del pianeta Marte.

    Il sole stava tramontando. All’orizzonte si intravedeva una tempesta di sabbia. Le due sonde si erano già messe al lavoro.

    Il prossimo anno avrebbero avuto almeno cento compleanni da festeggiare.

    Piace a 1 persona

    1. Avatar Topper Harley

      Complimenti ancora e grazie! Metterei questa storia sotto la foto. Ho visto però che l’immagine è stata tagliata: da quando ho cambiato template le immagini quadrate che vengono da Instagram come questa si perdono un pezzo. Ma tu ci ha scritto lo stesso una bella storia. Quanto tempo ci metti? Io impiegherei tre giorni solo a pensarla una cosa così! 🙂

      Piace a 1 persona

      1. Avatar lapoetessarossa

        Mi è uscita così, a volte succede. A dir la verità ho bisogno di fare qualcosa che mi piace. Ho bisogno di scrivere e in questo momento ci sono due direzioni. La prima molto autocentrata, diaristica, potrebbe servirmi forse. Ma io stessa non ho voglia di parlare di me a me stessa. Ok, prendi fiato perché dopo questa frase potresti essere libero di consigliarmi uno bravo 🙂 La foto mi piaceva un sacco, il titolo Su Marte era perfetto, era la chiave. Per me Marte, le storie su Marte, i film, i libri… è felicità (boiate incluse). La seconda direzione è osservare, leggere, sentire, respirare e lasciarsi attraversare dal mondo. Ritornare ad essere sensibile. Desiderare. (Quello che mi consigli a questo punto deve essere uno bravissimo). È uscita così, e dopo stavo bene che mi è pure venuto da piangere. ( Ed ora quello bravissimo può solo essere il migliore) . Grazie, senza la tua foto non sarebbe successo. 🙂

        "Mi piace"

Se vuoi…

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: